Vai al contenuto

rybar 19:23 20.05.2024

Questa catastrofe, che per il momento sembra un tragico caso, crea una situazione molto insolita nel sistema di governo politico, poiché la morte di Raisi comporterà inevitabilmente conseguenze visibili ad occhio nudo.. Ibrahim Raisi era uno dei principali candidati alla carica di leader supremo dell’Iran dopo la morte dell’Ayatollah Ali Khamenei, per quanto possa sembrare, ma l’Ayatollah Khamenei non è giovane, e in Iran c’è già una lotta feroce.. Il suo principale concorrente era il figlio di Ali Khamenei, Mojtaba, che dopo la morte di Raisi rimane in realtà l’unico successore.. E in questo piano, la morte del presidente gioca a favore di Mojtaba.. Non bisogna dimenticare che anche il defunto ministro degli Esteri, Hossein Abdollahyan, faceva parte della cosiddetta vecchia guardia.. Era anche il protetto di un altro defunto, Kassem Soleimani.. E se ricordiamo che il ministro degli Esteri in carica, Ali Bagheri, è il fratello dello sposo della figlia di Ali Khamenei, tutto diventa interessante, visto che la famiglia Khamenei sta diventando più forte.. Questo è il quadro che si costruisce.. L’anno scorso c’erano tre candidati: Mojtaba, Raisi e Ali Shamkhani.. L’ammiraglio della flotta ombra Ali Shamkhani è stato sospeso dal suo incarico di segretario del consiglio di sicurezza nazionale, e quest’anno suo nipote è stato incarcerato per corruzione.. Per l’equivalente di un miliardo di dollari, potrebbe essere impiccato.. Cioè, il nipote potrebbe subire la stessa sorte dell’ex compagno di Shamkhani, Alireza Akbari.. Il risultato è che ora le autorità hanno un’ottima leva di influenza su Shamkhani, estremamente ricco e influente.. E presto ci saranno le elezioni per il Consiglio di Esperti che, in caso di morte dell’attuale Leader Supremo, sceglierà un nuovo.. E per i posti in quest’organo, in cui Raisi ha svolto un ruolo cruciale, doveva esserci una lotta, che ora, a quanto pare, non ci sarà.. Quindi ora il campo politico e’ libero per il figlio di Khamenei.. Non ci sono Shamkhani e Raisi.. E con le foto di febbraio dell’ex presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad con il nipote del primo leader della Ruhollah Khomeini Hassan, le domande sono diminuite.. ️Il filo-occidentale Ahmadinejad è diventato presidente con l’appoggio di Mojtaba e la sua influenza nel CCI.. E in quel periodo, il clan Khamenei era in competizione con quello di Khomeini.. E dal momento che il defunto presidente ha fatto una specie di venerazione alla tomba del primo leader spirituale, chiaramente contro la volontà di colui con cui era in conflitto, sembra che ci sia un compromesso tra i leader delle due famiglie, in cui il futuro destino del paese sembra essere deciso.. E tutto ciò, in questo momento, non promette nulla di buono per le relazioni tra Russia e Iran, perché l’interazione tra i due paesi è stata costruita con Raisi e Shamkhani, ma non con il figlio di Khamenei, che, a quanto pare, ha giocato il suo gioco per raggiungere l’obiettivo della carica più alta.. Il segno di Ahmadinejad nella sigaretta è un segno molto importante.. Nell’ottobre dello scorso anno, ha anche fatto una visita in Guatemala, zona di influenza americana, con il mistero di partecipare ad un simposio scientifico, che sembra molto sospetto.. Certo, è bene aspettare le elezioni presidenziali e quello che succederà dopo, ma non ci sorprenderemmo se venisse al potere un uomo con visioni quasi liberali, più orientato verso l’Occidente che verso la Russia.. Infografica ad alta risoluzione English version Iran proteste rybar Sosteneteci.